This story shall the good man teach his son;
And Crispin Crispian shall ne’er go by,
From this day to the ending of the world,
But we in it shall be remember’d;
We few, we happy few, we band of brothers;

Shakespeare | Henry V | Act 4, Scene 3

Da qualche parte, nella nostra prima adolescenza, si nasconde l’incipit dello speciale codice d’onore che ci distingue. Quello che fa di noi delle personalità emancipate, non soltanto dei bravi cittadini. Quello che suffraga ogni istanza ideologica successiva, il codice che consideriamo fondante il perno centrale della nostra vita. Quell’insieme di norme e modi d’opera che si occulta dietro alla nostra faccia riservata, di cui spesso non parliamo volentieri.

Singolarmente, io non so nulla di giustizia sociale. Non ne comprendo i motivi, ancor prima che gli aggiustamenti. Mi trovo, come tutti, sbattuto in mezzo a caotici avvenimenti non comprensibili, in cui le esigenze altrui si impongono. Ne constato, come tutti, la dimensione eccessiva. Ma nel momento della difesa, sono incapace di intendere un qualunque senso comune. Mi ritiro nella mia alterità, senza reagire, senza fuggire.

La mia educazione familiare deve essere, per quel che ne so, priva di una qualunque radice. Nessuna nozione di comunità, a casa mia, nessuna identità nazionale, e nemmeno linguistica. La mia educazione sentimentale ha tutta una sua dimensione forzata, poggiata com’è sul nulla della precedente, e nemmeno saprei dire da dove ho preso le mie manie e le mie fobie. Sono uno qualunque, insomma, ho solo un’idea letteraria della realtà.

Ma il mio codice d’onore è sempre stato fermo. Credo nella responsabilità individuale, proprio in senso presbiteriano, credo nella definizione domestica dell’universo, ma molto piu Burroughs che Salgari. Poi ho una nozione assolutamente relativa della legge mondana. In questo sono più vicino a Borges che a Calvino (Italo) anche se mi poggio abbastanza naturalmente su un fatalismo quasi musulmano, ancora più che ebraico. Pure ho un codice d’onore preciso, nella mia coscienza.