Insight is made substantial in sensation;
feeling is grounded in presence;
thinking becomes concrete in sensation. RF

Il Momento di Mezzo

Di acqua e tempo, ciascuno di noi è composto, di acqua e di memoria. Ogni lampo di coscienza, ogni fiamma consapevole trova spazio tra una molecola d’acqua e l’altra, in un sottile e comunicante sistema di vasi, di vascelli naviganti tra mari calmi o agitati, a seconda della stagione attraversata, nel mondo e nella mente.

Nell’acqua la memoria si stempera, come un inchiostro diluito, e si adatta alla lettura che vogliamo darne, o che possiamo, o che è necessario dare. Ma nessun inchiostro può essere cancellato dall’acqua che lo contiene. Lo si può giustificare, spiegare, negare, ma non scancellare. La memoria rimane, pure se occulta.

Così la memoria di molte vite umane, custodita da edifici robusti e solidi, si trova anche in questi canali, in questa continua risacca lunatica e imperturbabile. Nell’ostinazione continuamente adattata dell’acqua anche i più piccoli risvolti, le minime vibrazioni del sentimento, sono registrate, in eterno.

Buffo ascoltare, in questo mio lento navigare sotto i ponti della mia città capitale, i tremanti suoni dei ricordi altrui, che proprio perchè ripetuti sempre uguali sono familiari e domestici, intimi quanto risuonanti. Che proprio perchè sempre leggermente differenti formano un coro variabile e confortevole, tanto vicino quanto lontano.