small craft

La ricreazione del mondo, del nostro mondo a parte, avviene ogni giorno. Ad ogni nuovo risveglio le nostre coordinate si riconnettono, riprendono forma le nostre associazioni, la nostra rete riappare. Il nostro contributo al mondo sta tutto nella qualità del nostro lavoro, perciò le nostre responsabilità sono molte e diverse, ad ogni istante possiamo rinforzare la costruzione, o provocarne il dissolvimento. A me pare un gioco bello e importante, al quale non rinuncerei volentieri. Ci sono anche giochi diversi dal mio, nei quali non ho ruolo, nè responsabilità.

I costumi generano un sistema abituale. Se aggiungiamo la nostra presenza otteniamo un’abilità. Se all’abilità aggiungiamo la continuità insieme all’attenzione, otteniamo un nuovo stato: il mestiere. Ciò che trasforma il mestiere in un arte è un quarto elemento: la sottomissione, che questo per me significa capire. E’ la nostra capacità, la nostra competenza, oltre che l’impegno e l’attenzione, che determinano il nostro mondo, che rendono possibile la nostra continua ricreazione.

Di sicuro, non basta la fantasia, la capacità di fantasticare su scenari avulsi dalla realtà energetica, dalla consapevolezza delle correnti fluide dello spirito vitale che attraversano la scena definendola reale. Non basta la coscienza di essere nutriti e nutrienti da e per questa corrente, occorre giocare, cogliere le voci e le risonanze di queste correnti, occorre una competenza dell’indicibile, dell’inconcluso, una sapienza aperta. Nel processo, ogni nuance individuale è irrisoria, ogni affermazione personale inesistente.

Certo l’arte e la letteratura procedono per allusione, non per trattazione; c’è sempre un processo in atto, una meravigliosa entelechia davanti al nostro sguardo. Visualizzare, permettere al nostro modo di immaginare il prossimo passo, è un processo magico e poetico al quale non possiamo sottrarci. La preparazione del nostro viaggio è continua, così come il nostro viaggio stesso. Non ci sono che stazioni, luoghi di transito in cui possiamo rinfrescarci, ritrovare il fuoco, la direzione, e poi questo stupendo andare, stando.