Mondo non è una definizione utilissima, quando si comunica tra mondi diversi. Così come ciascuno considera “mondo” il proprio, così i mondi sono molti e piuttosto differenti. Ci sono influenze evidenti, sulla formazione di un mondo, altre sono del tutto invisibili, non solo: ma imponderabili, pure, ed incomprensibili, anche.

Ugualmente la vita umana si svolge nel mondo, ciò che ne è estraneo andrebbe definito in altro modo, magari superumano, oppure subumano, tanto per introdurre una qualunque lettura solo pseudogerarchica. Nel mondo, senza appartenere esclusivamente ad un mondo, secondo le regole del mondo, anche senza crederci affatto.

Ugualmente, è ovvio che siamo tutti sulla stessa barca, pure se soffriamo e gioiamo di cose diverse, pure se non siamo in accordo sui termini, pure se non possediamo alcun senso politico o economico comune. La vita umana è una vita difficile e semplicissima, facilmente corruttibile ed altrettando facilmente riparabile, salvabile, santificabile.