mercoledì, 11 ottobre 2006

La mattina, quando il sole ha appena appena affermato la sua presenza dietro le colline di fronte, mentre l’umidità sale in leggere nuvole, la valle ha l’aspetto di una stampa giapponese. Non ci sono alberi da frutto in vista, la vegetazione in generale non raggiunge altezze rilevanti, tranne che sulla collina su cui mi trovo. Qui gli alberi hanno un suono particolare, come se avesssero una precisa aspirazione all’altezza, e sembrano molto più vecchi degli altri, di tutti quelli che riesco a vedere dalla cima della collina. Non ci sono animali qui, non di taglia notevole, topi, credo, e talpe, qualche piccolo serpente e, per quanto il fondo sia normalmente calcareo, c’è una insolita quantità di terra su tutta la collina. Non che ci possa crescere una vigna, ma la qualità dell’erba e dei cespugli ne è molto migliorata. Ferro in quantità.

11 ottobre 2004

In the silence, there is also help. We are made a gift, to the degree that we are able to receive it. The gift is in this: we are given what we need. This might be in the form of necessary information, it might be a deposit in our bank account, it might be an investment in a piece of work to be undertaken.

11 ottobre 2003

Prove stamattina, insieme a Zita e di nuovo a Francesca, che mi mostra lati inediti della disposizione di una giovane cantante, insieme ad altri meglio conosciuti. Ho avuto comunque la conferma della qualità del suono, che spero possa essere un motivo sufficiente per colmare il vuoto che si è creato nel mio motivo per portare avanti questo programma.

11 ottobre 2002

Una giornata senza un incontro con Gabriele sembra strana e pericolosa, ma oggi arrivano le orsette ed io intendo prendermi un po’ di tempo. È buffo come la cosa che maggiormente ha caratterizzato l’anno passato è il tempo che mi sono preso per me, per guardare solo con i miei occhi quello che mi circonda: ma siamo in guerra e tutto è stato piuttosto delicato, non credo perciò di aver sbagliato troppo.

L’arrivo delle orsette è un fatto delicato in sé e Stefania sembra così sofferente davanti alla mancanza di definizione e forse di chiarezza che avverte. Temo che questa sofferenza sia inevitabile e nessuno di noi può farci molto. Toni è sempre deliziosa e non credo si possa chiederle nulla di più. Senza queste donne, senza il loro amore e i loro figli io non avrei molti motivi per restare in questo mondo.

Annunci