MARTEDÌ, 26 SETTEMBRE 2006

La verità è come la qualità, qualcosa di cui tutti pensiamo di essere depositari, mentre gli altri non sono interessati. Certo, se avessero intercettato le MIE telefonate in questi cinque anni, la mia posizione in tribunale sarebbe migliore.

26 settembre 2004

Devo avere un sorriso molto poco convincente perche’ Stefania tiene attentamente le distanze, per evitare di cadere nella irresistibile tentazione di rimproverarmi e anche per non soffrire troppo. Anche lei sa benissimo che non possiamo piu’ vivere a Spinea, anzi solo di questo si tratta: della sua incapacita’ di dirigere anche solo un minimo la sua organizzazione. Perche’ la mia si applica ormai soltanto al mio spazio privato, quando non penso soltanto alla mia stanza.

26 settembre 2003

Una notte di agitazione per i bambini, quando avevo capito che fossero stati tranquilli nei giorni passati. Il risveglio alle 5 mi sorprende in un uno stato di preoccupata tensione, sempre secondo quelli che sono i miei standard di uomo incosciente. Ma c’è così poco da ridere quando scopro le mie aspettative piuttosto inopportune: è difficile immaginare l’assenza di delusione nella mia vita.

26 settembre 2002

There’s no shame in being dopey; but not knowing when we’re being dopey is a properly unacceptable degree of ignorance.

Probabilmente quel che è imperdonabile, ammettiamolo solo molto difficile da perdonare, è stato l’eccesso di leggerezza, di incomprensione, di inconsapevolezza. Niente è facilmente prevedibile quando si esce dal proprio guscio, e del resto: a chi viene mai in mente di farlo?

Ma se riuscirò mai a perdonare chi mi ha completamente abbandonato in mezzo alle mie mancanze, come farò a perdonare me stesso? Andarmene quando devo difendermi, evitare la cura di chi si aspetta spiegazioni da me, spostare la mia attenzione di molti gradi, è ancora semplicemente la storia della mia vita.