28 agosto 2004

Meno faticoso del previsto il senso del mio fine settimana nella desolazione miranese. Il pensiero e’ interamente rivolto al futuro anziche’ agli amici persi nello spazio o alle idee che non riesco ad usare piu’. La preziosa intelligenza di Stefania risplende nella consolazione che sa darmi, mentre tentiamo di far quadrare i conti di un bilancio che farebbe ridere qualunque amministratore. Il quale non potrebbe mai conoscere lo sviluppo della mia dimensione finanziaria. Cosi’ come nessun’altro potra’ mai.

28 agosto 2003

Perfino Toni però non prende la mia versione per buona, penso creda che il mio modo di resistenza sia inopportuno e rigido. Vorrei avesse ragione ma non è questo quello che sento: Resisto al perverso gioco politico di chi ha troppo potere o lo desidera, alla perversa visione sfruttatrice di ha troppo denaro, o lo desidera, resisto all’invadenza di chi intende imporre una idea, oggetto che mi riguarda poco.

La mia mattina al QG viene bruscamente interrotta da un eccesso di nervosismo, da parte di Catia, di Gabriele, di Fulvio, ora capisco. Rimandiamo a domani il tentativo. Ora sotto con la lettura.

28 agosto 2002

Sono oramai abituato a vivere in due posti differenti, in questo non sono poi così tante le novità, ma perché quello che ricordo di annotare, la sera, è proprio questo?