21 giugno 2004

Evolve, mentre il caldo dell’estate invade ogni angolo del mondo, la mia percezione delle dinamiche tecniche, politiche e personali del CPT. Molto piu’ lucida, in presenza di una incrementale attenzione, la nota degli eventi registrati. E scopro cosi’ che solo di attenzione, e mancanza della stessa in effetti, si tratta. Solo di mancanza di cura e amore per gli esseri che si trovano intorno a me si tratta quando perdo il contatto e l’interesse. Non che la assuma come una colpa, niente affatto, la mia posizione qui e’ talmente confusa e poco chiara che qualunque idiota puo’ speculare, ma certamente mi manca la possibilita’ di una virtu’ di cui avrei molto bisogno. Perche’ la mia posizione attuale e’ tecnicamente sostenibile, eticamente accettabile, ma emotivamente imprecisa.

21 giugno 2003

A public life is inevitably polemical. A musician, even an aspirant musician, aims to reconcile. This is a practical outcome of the search for harmony: seemingly dissentient voices are brought together & enjoined to act within the whole. Polyphony aims to accomodate all voices, as all voices accomodate themselves to the choir. We are all one, whether we like it or not.

La giornata comincia alle 3:15 per assistere alla installazione messa in moto da Alessandro Grego in piazza Unità, in coincidenza con il sorgere del sole.

Se avevamo bisogno di osservare in azione la fermezza di quest’uomo questa performance compositiva è sufficiente. La qualità del suono in alcuni momenti ha comunque giustificato la pochezza dell’impianto generale e la presenza di molte personalità che contano in città ci ha confortati, compreso Roberto Cosolini, organizzatore maximo al quale ho potuto fare i complimenti per l’ingresso come assessore nella neo presentata, in anteprima vista l’ora, giunta Illy. Il resto della giornata rimango immerso in una riflessione da impegnato autore televisivo.

La mia perplessità riguarda la mia capacità, mai testata, di recitare un ruolo adatto alle circostanze, di usare la mia intelligenza arrugginita per diventare adatto a questo ruolo. Se il mio programma cessa di essere solo mio, per trasformarsi in un programma utile ad altre persone, ho compiuto un gesto significativo o solo un esercizio di stile?

Esco di nuovo la sera, con la mia prudente moglie in cerca di un pò d’aria, ed in compagnia di Paola Mocarini, incontrata sul percorso, ci sediamo di fronte al palco costruito davanti al QG, insieme ad un buon bicchiere di vino ed immersi in una impressionante folla. Solo alcune piccole ma grevi considerazioni sulla totale mancanza di vitalità dei musicisti e del loro pubblico, in fretta sostituiti da altri, molto più vitali, con un altro pubblico.

Dopo aver accompagnato Paola, senza Toni crollata in anticipo per il sonno, torno velocemente a chiudere la serata, la manifestazione, la settimana insieme a Gabriele mio fratello. Come separarci, me e quest’uomo?

Do you ask whether I might happily sit for extended periods of time, perhaps with a glass of bubbling solution in hand, contemplating the Buddha nature of small creatures of wing, slime & hop, you know the answer. Me & a book is a party. Me & a book in a garden in West Dorset is a wild party. Me & a book in a garden with my Wife & Beaton the Wonder Bun in a garden in West Dorset is an orgiastic experience of such quiet satisfaction & intensity that I can conceive of no reason that I might leave that earthly paradise. Other than when necessity demands to be honoured.

21 giugno 2002

Partiamo per il mare stamattina, per l’isola di Koversada, dopo tutti questi anni è ora di tornarci. Una piccola chiaccherata con Toni stamattina, e forse stavolta la sua intenzione di incontrare la bambina si realizzerà, ma sembra tutto così facile a me e così difficile agli altri: i nodi si devono sciogliere e io sto in mezzo. Forse solo sentire la presenza di Greta, riconoscerne l’esistenza, cambia in sé le cose per chiunque. Forse facciamo così tanta fatica perché non avvertiamo affatto l’essenza della vita, finchè non la guardiamo i suoi occhi, finchè non sentiamo la semplice gioia del respiro, e del riso, e del sonno, che questa bimba così semplicemente energica e viva.
La sera sull’isola è uno splendore anche se l’ondata di caldo è spaventosa nella sua implacabilità. Una notte sul terreno e mi sento un po’ spaventato. È davvero passato molto tempo.